Home

restauro VOX AC50 prima serie

Questo VOX AC50 aveva bruciato ben tre trasormatori d'uscita prima di arrivare nel mio laboratorio.

Parecchie riparazioni erano state assai raffazonate ed altre fatte "a naso", dato che era stato riparato considerandolo come un AC50 della seconda serie.
Questo però usa una GZ34 come raddrizzatrice anzichè i diodi e parecchi valori sono assai diversi.

Una visone di insieme:

VOX AC50 foto di insieme

Già a prima vista c'è un po' di disordine.

Ecco alcuni dettagli

Il preamplificatore:

 Preamplificatore

quelli cerchiati in rosso sono i componenti non coevi, ma ad onore di verità escludendo il filo giallo tratteggiato e la zona col punto di domanda all'interno bisogna ricoscere che anni fa internet non era così disponibile e  non era possibile recuperare componenti particolari, quindi si cercava di arrangiarsi al meglio con quello che si trovava nel negozio sotto casa ( i condensatori cerchiati in alto sono del 16 + 16 uF  assiali ed è praticamente impossibile trovarli ).

Il problema vero lo troviamo nello stadio di potenza:

Finale prima

a parte il famoso filo giallo che porta una anodica in una zona non ben definita del pre, notate le induttanze casalinghe, fatte presumibilmente per eliminare una oscillazione in alta frequenza, ma che ora davano dei seri problemi.
Una particolare nota va alla lampada al neon che fa parte integrante del circuito originale e serve per stabilizzare la tensione del bias.

 La riparazione èsemplice ed escludendo il costo del materiale ( trasformatore di uscita e condensatori ), non è onerosa.

 Ecco il risultato dopo:
il filo giallo è stato eliminato ed è stata ripristinata la polarizzazione precedente delle valvole di pre, sul finale sono state tolte le induttanze, le resistenze sul catodo, i condensatori sono stati ricablati ed è stato fatto un po' di ordine.

VOX AC 50 pre layout

 VOX AC50 output stage

 

A lavoro finito non c'era più alcuna oscillazione e sinceramente suonava in modo assai divertente.